Scopri di più nel nostro video articolo

La Pneumologia si occupa di malattie del sistema respiratorio, si tratta di una Specialità estremamente vasta che collabora anche con altri professionisti come il Medico Otorinolaringoiatra, il Medico Neurologo, il Medico Reumatologo o Cardiologo.

 

Solitamente un paziente si avvicina al medico specializzato in pneumologia lamentando dispnea o comunque una sensazione di “fame d’aria”.

 

Spesso molte patologie sono fumo-indotte, ovvero causate dal fumo di sigaretta, infatti i fumatori sono solitamente più predisposti a questa tipologia di patologie.

 

Un paziente che lamenta dispnea viene sottoposto ad un primo esame obiettivo, successivamente una radiografia del torace (esame comunque consigliato ogni anno per i fumatori), una spirometria e, se necessario, un testo del cammino (per poter valutare il respiro durante uno sforzo o attività fisica).

 

I primi sintomi

 

Solitamente i pazienti lamentano difficoltà a fare le scale o altri sforzi solitamente leggeri e facilmente realizzabili, questo solitamente è uno dei primi segnali che il nostro corpo ci lancia.

 

Nel caso si tratti di fumatori, la prima cosa da fare è smettere di fumare; cessando questa attività si hanno benefici più ampi di quello che si pensi, in quanto il fumo coinvolge numerosi organi, oltre i polmoni, come ad esempio l’apparato vocale, osseo e riproduttivo.

 

Va ricordato che quando si smette di fumare non bisogna spaventarsi in caso di tosse con espettorato, in quanto le cellule cigliate riprendono la loro normale attività e conseguentemente si produce, per un certo periodo, tosse.

 

Queste e altre informazioni nel video della Dottoressa Maria Cristina Gnani, specialista in malattie del sistema respiratorio.