La geriatria è una medicina globale.

Al geriatra, quando prescrive una terapia, non devono sfuggire sia tutte le malattie di cui già il paziente soffre (patologie croniche), ma anche la capacità residua dell’anziano di memorizzare tutta la terapia farmacologica che spesso è complessa e articolata.

Bisogna quindi non solo scrivere la ricetta, ma dettagliarla, commentarla e, nei limiti del possibile, cercare nei familiari di ottenere un’alleanza con il medico di medicina generale per assicurare la regolarità del trattamento.

La riabilitazione in geriatria non è solo terapia, ma metodo, filosofia, coscienti del fatto che l’obiettivo da raggiungere è la massima indipendenza del paziente.

Compito principale del geriatra, nella prospettiva della prevenzione, è di far prendere coscienza agli adulti che la vita che l’uomo può ancora aspettarsi, dopo la fine della sua attività lavorativa, può essere qualitativamente migliore a condizione di prepararla molto tempo prima.