La Psicologia è una scienza che si occupa dei processi della mente, del comportamento e delle relazioni umane con lo scopo di promuovere il miglioramento della qualità della vita. La Psicoterapia è una specializzazione sanitaria riservata a Medici e Psicologi che si consegue mediante un percorso formativo presso scuole di specializzazione.
Lo Psicoterapeuta offre quindi al paziente un percorso di cura per affrontare le diverse forme di sofferenza psicologica, da quelle più lievi a quelle più gravi.

 

In staff una delle professioniste adotta l’I.S.T.D.P – Intensive Short-Term Dynamic Psychitherapy
ORIGINI: l’ISTDP (H.Dvanloo) rientra nelle Psicoterapie Dinamche Brevi: pscicoterapie nate dal modello psicoanalitico, che utilizzano diversi metodi per accelerare il processo terapeutico nel tentativo di raggiungere la maggiore efficacia psicoterapica possibile.

Fanno parte di questa categoria i lavori di:

– Sifneos – S.T.A.P.P.
– Malan
– Mann


SVILUPPI
: La ISTDP si è evoluta negli anni in uno spettro di metodi di lavoro:

– D.Fosha – A.E.D.P
– L.Mc Cullogh – S.T.A.R.T.
– F.Osimo – P.B.D.E – P.D.E.I.

che pur differenziandosi per alcuni aspetti, mantengono le caratteristiche fondamentali della I.S.T.D.P.:

– Intensive

– Esperienzali
INTENSIVE: utilizzo della fase di pressione sull’esperienza emotiva (pressure) e continuo lavoro sulle resistenze, specialmente quelle all’interno del Transfert.
ESPERIENZALI: focalizzazione costante e continua dell’esperienza diretta delle emozioni e dei sentimenti coinvolti.
BREAKTHROUGH: affioramento alla coscienza di emozioni ed impulsi inconsci precedentemente rimossi.


TIPOLOGIA DI PAZIENTI CON I QUALI E’ EFFICACE LA ISTDP:

– Spettro dei pazienti psiconevrotici: da basso ad altamente resistente, autolesionismo, evitamento.
– Spettro dei pazienti fragili: depressione, somatizzazione, crisi d’ansia (DAP, DAG), disturbi di personalità (DSM IV-R).

Che corrispondono a: circa il 52% della popolazione psichiatrica e al 86% degli invii a studi psichiatrici.


CONTROINDICAZIONI:

– Disturbi che si collocano nell’area psicotica (psicosi in fase acuta, schizofrenia)
– Stati maniacali ed ipomaniacali
– Abuso di sostanze in atto
– Eccessiva sedazione
– Gravi somatizzazioni acute
– Tendenze sociopatiche gravi
RICERCHE SCIENTICHE SULL’EFFICACIA E SUL RAPPORTO COSTI/BENEFICI:

L’ISTDP è un approccio psicoterapeutico “evidence based”, le prime ricerche sull’efficacia risalgono a Davanloo negli anni ’70 (1).

Ricerche recenti si sono concentrate sulle modificazioni neurobilogiche (2) della psicoterapia dinamica breve e sul rapporto costi/benefici per il Sistema Sanitario Nazionale (3).
(1) Davanloo, H. “Short-Term Dynamic Psychotherapy”. Jason Aronson (1980).

(2) Karlsson, H. et al.”Correspondence”. Psychological Medicine, Cambridge University Press (2009).

(2) Salminen J.K. et al. “Short-Term Psychodynamic Psychotherapy and fluoxetine in Major Depressve Disorder: a randomized comparative study”. Psychotherapy and psychosomatics (2008).

(3) Abbass A. “The cost-effectivness of short-term dynamic psychotherapy” Future Drugs (2003).


La psicoterapia dinamica breve aumenta i recettori per la serotonina:

Una ricerca del 2009 stampata dalla Cambridge University Press ha evidenziato come, in pazienti con disturbo depressivo maggiore, la psicoterapia dinamica breve aumenti i recettori per la serotonina 5-HT1A.
Confronto ISTDP-Fluoxetina:

Scansionati con la PET prima e dopo la psicoterpia i pazienti hanno mostrato un significativo incremento della densità dei recettori per la serotonina.

I pazienti trattati con fluoxetina non hanno mostrato modificazioni della densità di recettori per la serotonina, nonostante i buoni risultati clinici ottenuti con l’utilizzo di questo farmaco.


RISULTATI CLINICI:


ISTDP

– Remissione totale dei sintomi nel 57% dei pazienti dopo 16 settimane;
– Remissione stabile nel 71% dei pazienti al follow-up a 4 mesi;

Fluoxetina

– Remissione totale dei sintomi nel 63% dei pazienti dopo 16 settimane;
– Remissione stabile nel 68% dei pazienti al follow-up a 4 mesi;
CORRISPONDENZE P.E.T.


ISTDP

– Incremento significativo della densità dei recettori della serotonina 5-HT1A in diverse regioni cerebrali;
– Confrontato con un gruppo di controllo si nota un significativo aumento della densità del 5-HT1A dopo il trattamento;

Fluoxetina

– Nessun incremento nella densità dei recettori della serotonina 5-HT1A in aree cerebrali;
– Nessuna differenza nella densità dei recettori della serotonina 5-HT1A rispetto al gruppo di controllo;

 

CONCLUSIONI DELLA RICERCA:

E’ la prima dimostrazione diretta della implicazione di uno specifico neurotrasmettitore nella psicopatologia e delle sue modificazioni con la psicoterapia;

Il cambiamento nella densità dei recettori della serotonina 5-HT1A non è associato con il cambiamento sintomatologico;

La maggior percentuale di ricadute nei pazienti con disturbo depressivo maggiore trattati unicamente a livello farmacologico potrebbe essere legata ai livelli di serotonina;

 

RAPPORTO COSTI/BENEFICI:

Uno studio canadese (Abbass, 2003) ha dimostrato che:

– la presenza di un disturbo d’ansia aumenta di più del doppio l’utilizzo del Sevizio Sanitario
– la depressione provoca un grande onere finanziario attraverso l’aumento della disabilità
– i pazienti trattati con ISTDP mostrano una significativa riduzione nelle visite mediche, ricoveri ospedalieri, prescrizione di farmaci a distanza di 6 mesi dalla conclusione della terapia

 

VANTAGGI DELL’APPLICAZIONE DELL’ISTDP:
A.Abbass ha riscontrato una differenza di costo di 4.000 $ canadesi (2003) per paziente in un anno grazie alla riduzione di disabilità, delle cure ospedaliere e dei costi dei farmaci.
Questa differenza è stata realizzata tenendo conto del costo della psicoterapia fornita da uno psichiatra addestrato.

 

RISULTATI (dati 2003):

– Dei pazienti che prendevano farmaci, il 71% sono stati in grado di sospenderli totalmente, il 15% di ridurli durante il corso della terapia
– I costi ospedalieri si sono ridotti del 85%
– I costi dei medici si sono ridotti del 33%
– Il costo per le disabilità si è ridotto, per il sistema sanitario canadese, di 5.413 $ canadesi a paziente
– 18 dei 22 pazienti presi in esame sono stati in grado di riprendere l’attività lavorativa sospesa
– A distanza di 3 anni il gruppo di pazienti trattati con ISTDP ha mostrato una riduzione dei costi suoperiore di più di 3 volte al costo della terapia

 


SERVIZI OFFERTI

  • Visita Psicoterapica

STAFF MEDICO

Dott.ssa Maria Antonietta Pocaterra
Dott.ssa Francesca Bergami

 

Modulo Prenotazioni




ATTIVITÀ AMBULATORIALI CONVENZIONATE ATTIVITÀ AMBULATORIALI
A PAGAMENTO
ATTIVITÀ DI RICOVERO